Studio Odontoiatrico Do.Ri. | Chirurgia
16062
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-16062,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,qode-theme-ver-9.5,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Chirurgia

La chirurgia è un ramo dell’odontoiatria in continua evoluzione.
Grazie alle particolari specializzazioni acquisite possiamo effettuare gli interventi che sono necessari per il ripristino della salute orale.
Le terapie sono:

  • estrazioni di denti,
  • estrazioni di denti inclusi nell’osso,
  • rimozione di lesioni orali,
  • rimozione di cisti,
  • sbrigliamento di frenuli (cioè il taglio e la loro liberazione),
  • gengivectomie e allungamenti di corona ( cioè asportazione di tessuto gengivale in eccesso), regolarizzazioni delle creste ossee dopo le estrazioni,
  • osteotomie,
  • innesto di connettivo con prelievo dal palato,
  • apicectomia,
  • rizectomia,
  • chirurgia paradontale resettiva,
  • chirurgia paradontale rigenerativa
  • innesto osseo (porta l’osso mandibolare a un livello naturale e fornisce così un solido supporto agli impianti)

Nel nostro studio tutte le prestazioni vengono effettuate in una sala preparata con i più rigidi protocolli di sterilità.

Norme post-operatorie per gli interventi di Chirurgia Orale

Ghiaccio

Applicare il ghiaccio sul viso in corrispondenza della zona operata immediatamente al termine dell’intervento intervallando 20 minuti di applicazione e 20 minuti senza ghiaccio per le successive 2-3 ore. Questo impacco ridurrà il gonfiore.

Sciacqui

Importante: non eseguire alcun tipo di sciacquo nelle 12 ore immediatamente successive all’intervento; è possibile sputare e bere bevande fredde. Passate le prime 12 ore, eseguire 2-3 sciacqui al giorno della durata di 1 minuto (dopo le normali manovre di igiene orale) con colluttorio a base di clorexidina (come da prescrizione).
Gli sciacqui vanno proseguiti per una settimana, o fino alla rimozione dei punti di sutura.
Evitare sciacqui troppo vigorosi, soprattutto nei primi giorni dopo l’intervento, poichè ciò potrebbe rallentare la guarigione della ferita chirurgia.

Sanguinamento

In caso di sanguinamento, applicare sulla parte trattata un tampone di comune garza (no cotone) precedentemente inumidita e comprimere per 5 minuti.
In caso l’emmoragia non risultasse dominabile, non esitare a contattare il chirurgo.
Alimentazione: nelle 24 ore immediatamente successive all’intervento evitare cibi e bevande caldi, cibi secchi e bevande alcoliche.
Mangiare solo cibi freddi e morbidi per le prime 72 ore, e successivamente cibi morbidi che non traumatizzano la zona operata. Il fumo è da evitare almeno per le prime 24 ore, poiché interferisce con i processi di guarigione delle ferite.

Igiene Orale

Evitare di spazzolare i denti nelle 12 ore immediatamente successive all’intervento. Successivamente spazzolare normalmente i denti, evitando lo spazzolamento e l’uso del filo interdentale nella zona della ferita.

Modificazioni esterne

Un gonfiore di entità variabile in corrispondenza della zona trattata fa parte del normale processo di guarigione.
Generalmente tale fenomeno compare in seconda o terza giornata.

Altri consigli

Evitare nelle ore successive all’intervento qualsiasi tipo di stress fisico (sport,pulizie domestiche ).
Riposare mantenendo il capo sollevato.